QUANDO LA SINERGIA PORTA AL CAMBIAMENTO (QUARTA PARTE)

Continua lo speciale che “Sistema Serramento” ha dedicato a TWT.

di Sonia Maritan

La visita all’azienda TWT di Rovereto il 30 gennaio 2020, in provincia di Trento, si è svolta in tre diversi momenti che stiamo proponendo in altrettante parti: nel numero di Sistema Serramento n°27 abbiamo restituito il tavolo di lavoro del mattino che era incentrato sulle risposte del Presidente di TWT Filippo Pellitteri.

Un secondo tavolo tecnico che si è svolto nel pomeriggio della stessa giornata è oggetto di questo numero e alla visita del reparto produttivo dedicheremo una parte del prossimo n°29 in distribuzione a Xylexpo 2020.


TWT ha compiuto un importante percorso dal 2016 a oggi che si caratterizza con la forte specializzazione nella produzione di utensili per la lavorazione di finestre in legno e legno-alluminio rappresentando attualmente la più importante realtà italiana del settore.

Il tavolo di lavoro del pomeriggio si raccoglie intorno ai responsabili dei vari ambiti strategici dell’azienda direttamente interessate in qualità di soci TWT al suo successo, infatti la divisione commerciale è di pertinenza di Tomas Zuani, l’ufficio tecnico di Massimiliano Zuani, il back office di Silvia Galvagni e la produzione di Alberto Zuani.

Che a ogni sfera faccia capo un rappresentante di questa società direttamente coinvolto in quanto contitolare dell’impresa rappresenta probabilmente uno dei punti cruciali nel successo di questa impresa.

Un’altra figura determinante è quella del New Business Developer Nicola Pedrotti, ma anche quella del consulente partner di StudioCentro Marketing Mauro Zamberlan, che come agenzia cura la comunicazione per TWT. Con noi, oltre alla sottoscritta, c’è anche Pietro Ferrari, editore di Web and Magazine.

Riprendiamo i lavori del pomeriggio parlando della fusione che avvenne nel 2016 fra i marchi che oggi confluiscono in TWT, una strategia imprenditoriale unica in Italia che rende questo Gruppo di utensilieri il più grande a livello nazionale, e di come questo processo attualmente si stia ancora completando in alcuni suoi aspetti: ognuno di voi può portare una sua testimonianza in questo senso!

«Sì, penso che il percorso di ognuno di noi dia la misura di quante siano le strade che si sono incrociate e le esperienze che si sono sommate – esordisce Silvia Galvagni – io, ad esempio ho iniziato nel 2008 a lavorare con Mario Baldo, che è il socio storico fondatore di Rekord insieme a mio padre – che aveva a sua volta già svolto un ruolo di direzione tecnica in Rekord pria della fusione – e ho quindi iniziato la mia esperienza in Rekord, poi nel 2016 abbiamo affrontato il nuovo progetto con TWT, e nel 2019 Mario Baldo ha lasciato il testimone di Amministratore delegato a Filippo Pellitteri, già presidente del Gruppo».

Il passaggio da un tipo di azienda tradizionale a una realtà completamente diversa rappresenta una sfida avvincente?

«Sì diciamo che l’abbiamo vissuta come una sfida affrontata con molto coraggio ed entusiasmo, poi soprattutto in un’ottica di futuro l’abbiamo tutti considerata la scelta più giusta, volta proprio a una crescita importante considerato che rappresentiamo la seconda generazione per entrambe le aziende e avevamo voglia di investire su questo progetto in cui crediamo molto».

«L’amalgamarsi tra le persone è stato un processo che si è ormai completato a pieno – rincalza Tomas Zuani –, e anche i riscontri commerciali sono oggi decisamente tangibili a livello internazionale.

Ad esempio, sui mercati scandinavi stiamo rafforzando una collaborazione con un’azienda importante e ben strutturata che da molti anni promuove i nostri prodotti. Possiamo affermare che questo “essere più grandi e solidi” ci ha permesso di entrare in contatto con più facilità con i maggiori produttori di infissi presenti in quei paesi, per tradizione fortemente legati alla lavorazione del legno.

Proporci nella nuova veste di Gruppo TWT, ci ha dato l’opportunità di diventare partner di queste aziende che, prima di scegliere un nuovo fornitore, ne controllano scrupolosamente la solidità poiché esso diventa parte essenziale per lo sviluppo del loro business.

Si tratta quindi di una risposta positiva proveniente dal mercato che è in linea  con uno degli obiettivi aziendali: stabilire un dialogo con i leader della produzione di finestre in legno. Questo nuovo assetto ci ha dato maggior consapevolezza del nostro ruolo e allo stesso tempo investito di maggiore responsabilità».

Un altro passaggio importante è rappresentato dall’unificazione del brand anche per i prodotti?

«Certamente. Zuani e Rekord si sono evolute progettando nuove soluzioni per infissi in legno e creando nuovi sistemi di utensili da taglio. Per TWT non poteva essere diverso. Fatto tesoro dell’esperienza ultra quarantennale delle storiche aziende, siamo pronti in questi giorni alla presentazione del nuovo infisso della gamma Esperia, primo nato in casa TWT. Anche la tecnologia di taglio sarà interessata da nuove soluzioni 100% studiate, concepite e realizzate dalla nuova azienda.

Queste innovazioni ci permetteranno di dare maggior valore al brand TWT e staccarci dal passato. Un processo di innovazione che ha richiesto del tempo perché, come è facile immaginare, la gestione del quotidiano è impegnativa quando si sommano aziende con un trascorso e un grande bagaglio tecnico da gestire».

Ci parlate del primo prodotto marcato TWT?

«Con piacere. Presenteremo Esperia Innova, progetto dedicato al serramento in legno-alluminio facile da realizzare, caratterizzato da linee pulite e minimaliste. L’obiettivo dello studio è stato quello di arrivare a definire un nuovo modo di costruire il serramento in legno-alluminio. potremo offrire ai nostri clienti un nuovo “strumento” per accrescere la loro competitività e acquisire nuove fasce di mercato.

A Norimberga sarebbero arrivati anche i nuovi sistemi di fissaggio dell’inserto: Laser.S e Laser.HP. Il “debutto” del sistema Laser.S è avvenuto in anteprima all’ultima edizione di Eurobois di Lione, per il quale riportiamo le caratteristiche tecniche in un riquadro dedicato in questa seconda parte».

Come sappiamo il Fensterbau Frontale e l’Holz-Handwerk di Norimberga previsti a marzo sono stati rimandati a causa del Covid- 19, ma in un box a parte, e in previsione di Xylexpo il prossimo autunno, dedichiamo un approfondimento all’innovativo Laser.S.
Ci aveva comunque già anticipato qualcosa Massimiliano Zuani durante l’incontro.

«Riguardo i sistemi utensili, i Laser.S e Laser.HP sono i due sistemi di fissaggio del coltello che per quanto riguarda alcuni particolari a livello di taglienti si caratterizzano con concetti innovativi. Naturalmente si tratta di progetti iniziati parecchio tempo fa e che hanno richiesto tutta una fase di prove e di fabbricazione di prototipi. Ora abbiamo individuato il prodotto finale, stiamo solo portando a termine alcuni dettagli, ma ci stiamo preparando per poterli realizzare.

Parallelamente abbiamo studiato anche nuovi sistemi di infisso che è quello che poi ci permette di produrre utensili e siamo molto soddisfatti sia di Esperia Innova, sia di TWT Style che abbiamo concepito insieme alla filiale tedesca come concept e che si possono esportare anche in altri stati».

Nel prossimo numero entreremo nel vivo delle tecnologie TWT, visitando il reparto produttivo con Alberto Zuani, l’anima più tecnica di questa grande famiglia.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy